Film/Serie tv

DARK

Questa vita, come ora la vivi e l’hai vissuta, dovrai riviverla ancora una volta e ancora innumerevoli volte e non ci sarà in essa mai niente di nuovo.” Non c’è frase migliore che sintetizzi al meglio il contenuto della serie Netflix “Dark”.     Intrecciando discussioni filosofiche sul tempo e lo spazio che vanno da Einstein alla fisica quantistica fino a Nietzsche, prenderà vita la trama mozzafiato della serie tv.  Nel 2019, un futuro presente, la cittadina apparentemente tranquilla di Winden viene scossa dalla sparizione di due ragazzini: le indagini sembrano non portare a nulla, anzi il mistero sembra infittirsi sempre di più. Come diceva Einstein “la distinzione tra passato, presente e futuro è solo un’illusione ostinatamente persistente” motivo per cui la domanda alle sparizioni non è chi o come ma QUANDO.  Con lo scorrere delle puntate si scoprirà che Winden custodisce un segreto: una maledizione che si ripete puntualmente ogni 33 anni. Con salti temporali tra il 1953, 1986 e un futuro 2052 tramite l’espediente narrativo del viaggio nel tempo alcuni personaggi verranno a contatto con tutte queste epoche che hanno segnato e segneranno la città, incontrando i propri  avi, futuri discendenti e loro stessi invecchiati o ringiovaniti.  Tramite questi viaggi i personaggi sono in grado di prendere parte agli avvenimenti, ma le loro azioni estremamente invasive non cambieranno di una virgola ciò che è successo nel passato e ciò che accadrà nel futuro: è tutto già segnato, il destino non può essere cambiato. I personaggi straziati dalla suprema forza del tempo, sono seganti da dolori e disastri apocalittici che sono costretti a vivere e rivivere. Oltre alla complessa trama e complessi enigmi, con la sua fotografia curatissima e affascinante,  Dark farà rimanere attaccati davanti a schermi di tv, tablet o cellulari tutti quanti.

Recensione di Alessia…



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *